Forum Tata Safari | Forum Tata Club| Contatti | Webmaster         



sito ufficiale del Tata Club Italia

News home
Tata a Ginevra 2004
GPS per iniziare
Il sistema GPS
Master Rallye
Prova Safari - Rai1 24/4
Club Fuoristrada Abruzzo
CRI Piossasco
Primo compleanno TataClub

GPS PER INIZIARE
(esperienze personali)

di Simone Zacchetto
Zec – (simone.zecchetto@email.it, zec@everyday.com, 328-2658348)

20/2/03 - Pubblicato 21/2/03

Diciamo la verità, ormai non se ne può più’ fare a meno, il GPS e’ diventato come il GSM.
Ecco perché mi sento di farvi partecipi del mio amore verso questo strumento.
Il GPS più piccolo ed il migliore in rapporto qualità-prezzo, secondo il mio parere, è il GARMIN-ETREX LEGEND.
Nato e concepito come GPS da ‘trekking’ può essere adoperato in qualsiasi situazione, anche in auto, tenendo conto delle dimensioni ridotte dello schermo e quindi gli occhi sempre sulla strada.
Lo possiedo ormai da circa 2 anni, e posso dire con fierezza che mi e’ stato d’aiuto in auto innumerevoli volte, mi ha fatto risparmiare tempo, mi ha fatto ritrovare la via di casa e mi ha fatto arrivare in posti che nemmeno pensavo esistessero.
Non mi andava di spendere un capitale per navigatori satellitari fissi, volevo qualcosa che fosse trasportabile da un’auto all’altra, o semplicemente mi seguisse in passeggiate a piedi o in bici, senza mai perdere la via del ritorno….Mi ricordo ancora un anno fa a Punta Marina Terme con la famiglia, durante una passeggiata, non avevo voglia di ricordare la strada, perciò’ l’ho portato dietro e il ritorno e’ stata una passeggiata seguendo ehmm i satelliti.

L’unico, ma veramente l’unico neo e’ che questo attrezzo divora le batterie come TAZ, anche a causa della retroilluminazione, tra l’altro stupenda dello schermo LCD..
La soluzione? Semplicissima!!!! Mi sono autocostruito (e se l’ho fatto io lo possono fare tutti) mediante modifica del cavo dati di serie, un cavo d’alimentazione con spina USB modificata.
In breve ho preso due trasformatori a 3 vcc stabilizzati (10 euro al mercatone), uno da casa e uno da macchina con spina accendisigari, et voilà a casa per trasferimento dati adopero il trasformatore di rete e in auto il trasformatore con presa accendisigaro: le batterie durano una vita.

Perché ETREX-LEGEND? Ma soprattutto perché GARMIN?
Garmin e’ una ditta che costantemente, tramite il sito web di riferimento permette all’utente di scaricare gratuitamente un’infinità di aggiornamenti sw dell’apparecchio.
Un esempio? I punti delle tracce (tracks) sono passati da 3000 a 10000, semplicemente con un aggiornamento sw, altri incrementi e miglioramenti (vedi sistema EGNOS) sono stati ottenuti e/o migliorati sempre tramite aggiornamenti sw da fare comodamente a casa dal pc.

Il LEGEND è piccolo, portatile, funziona con due stilo da 1,5 vdc, ha un ricevitore GPS 12 canali e soprattutto è cartografico.
Significa che ha una vera e propria cartografia di riferimento con città, vie, punti di interesse e molto altro tutto aggiornabile tramite programma di riferimento GARMIN map source.

 
Mapsource
Mapsource
 
Esistono poi in rete una serie infinita di programmi, oltre al mapsource (l’unico in grado di trasferire cartografia sui GARMIN) che possono dialogare con il nostro ETREX LEGEND tramite waypoints, tracce e rotte, alcuni dei quali a pagamento (vedi Oziexplorer) alcuni dei quali freeware (l’ottimissimo GPSTM).
 
GPSTM
GPS Track Maker (GPSTM)
 
Tengo a precisare che non lavoro e non sono pagato da GARMIN per fare pubblicità al prodotto, ma semplicemente dopo anni di ricerche, sono approdato ad un GPS compatto e stabile con il migliore rapporto di qualità-prezzo e mi sento di consigliarlo sia al neofita sia all’esperto sia vuole addentrarsi su percorsi anche in bici.
Le limitazioni? Ci sono eccome. Tenete presente che il prodotto ora si trova in giro anche per 300 euro, il prezzo non è bassissimo ma costa un niente rispetto ai cartografici professionali sia di garmin sia di altre ditte.
La più’ grande limitazione è che il LEGEND non fa l’autorouting, nel senso che se sbagliate strada o semplicemente fate un altro giro il LEGEND punta sempre al prossimo punto della rotta, ma non ricalcola il percorso. A me personalmente non da fastidio, anche perché puntando sempre al prossimo punto ci si arriva in una maniera o nell’altra, l’importante è sempre arrivare a destinazione.
E poi non parla, ma chi se ne importa? Basta un occhio alla strada ed uno al navigatore e si arriva sempre.
Importantissimo tenere gli occhi sempre sulla strada, scrivo per esperienza personale, tante volte anche di notte sono rimasto estasiato dalla cartografia illuminata del ‘piccolo’ non accorgendomi che stavo andando fuoristrada. (menomale che tra breve mi arriva la Safari, speremo).

Una breve carrellata ai menu del legend? OK
Questo è il menu ‘carta’ ampiamente configurabile (bello no?)
Notate i punti traccia ampliabili fino a 10000 (grazie Garmin)
P.S. Io abito dove vedete la freccina.

 
GPSTM GPSTM GPSTM GPSTM
 
Questi sono i menu iniziali: notate la possibilità di inserire i dati identificativi dell’utente. In caso di smarrimento qualche anima pia (credeteci) ve lo riporterà.
Di seguito poi la mappa dei satelliti (in questo caso GPS off in quanto sono in casa) e la schermata dei menu dove potete comodamente navigare.
 
GPSTM GPSTM GPSTM GPSTM
 
Interessantissime le possibilità di marcare waypoints in qualsiasi punto del mondo voi siate, per ricordare magari un posto di passaggio, e la possibilità di cercare i POI (point of interest, in questo caso i ristoranti più’ vicini dove vi trovate) presenti all’interno del database, che ne so se vi prende un languorino improvviso, dovete fare benzina? No problem cercate i distributori più vicini.
A destra il computer di viaggio configurabile a vostro piacimento e il menu navigazione, il quale vi permette in moto di visualizzare la vostra direzione, le svolte, la velocità di percorrenza e il tempo rimanente all’arrivo.
 
GPSTM GPSTM GPSTM GPSTM GPSTM
 
Di seguito poi notate i menu route (rotta) e track (traccia). Sia le rotte sia le tracce possono essere create su LEGEND o su PC. La rotta è un insieme di waypoints costruita per farvi arrivare a destinazione, la traccia e’ un insieme di punti (10000 ricordate?) costruita da voi durante il viaggio o su PC per esempio con GPS Track manager freeware (ottimo). La chicca? Il trackback, arrivati a destinazione potete dire al LEGEND di invertire la rotta ma ancor meglio la traccia e il sistema vi guida a casa come pollicino ripercorrendo i vostri passettini.
 
GPSTM GPSTM GPSTM GPSTM
 
La mia non vuole essere una guida ma solo un aiuto per chi al GPS si avvicina per la prima volta, ahhh se l’avessi trovato io 3 anni fa chi mi poteva consigliare….
Compratelo se vi serve un GPS G-SHOCK (6g), un GPS compatto ed impermeabile, ma non fidatevi mai ciecamente di lui, anche se fosse un sistema bird-eye, soprattutto in fuoristrada ‘na mappetta non guasta mai. A disposizione per eventuali chiarimenti……
   

Parla con noi su Fuoristrada on line